Il riscaldamento ad aria per capannoni è utilizzato per garantire un buon comfort termico a spazi industriali, laboratori e officine dove si svolgono attività di produzione e lavorazioni varie. Per riscaldare i capannoni si possono usare diversi sistemi di riscaldamento ad aria, tra questi ci sono i sistemi a convezione e i cosiddetti “tubi microforati” oppure si può optare il riscaldamento ad aria con pompa calore. In questo articolo andremo ad illustrare vantaggi e svantaggi dei diversi sistemi, considerando che l’uso di una tecnologia per il riscaldamento ad aria piuttosto che un’altra incide sui consumi energetici e di conseguenza sulle spese da sostenere; inoltre a fronte dell’adozione di un buon sistema, un altro aspetto da considerare è la riduzione della dispersione termicache si può ottenere con l’impiego di porte e strisce in PVC

Riscaldamento ad aria calda: come funziona

I sistemi di riscaldamento ad aria calda per capannoni industriali permettono di aumentare la temperatura dell’ambiente facendo circolare aria calda con l’obiettivo di migliorare il benessere termico degli spazi di lavoro. Queste tecnologie sono adatte a edifici non molto alti e strutturati e sono in grado di garantire un buon isolamento termico. Il funzionamento degli impianti di riscaldamento per capannoni industriali dipende dal tipo di sistema utilizzato. Sebbene tutti i sistemi ad aria siano accomunati dall’immissione di aria calda nell’ambiente, convettori, tubi microforati e pompe di colore funzionano in modalità differenti.

Riscaldamento ad aria per capannoni industriali: sistemi a convezione

I sistemi a convezione sono detti anche “termoconvettori” oppure “generatori di aria calda”. Al loro interno è presente un bruciatore a gas che innalza la temperatura di un radiatore attraverso cui viene sospinta l’aria. Gli impianti di questo tipo funzionano per emissione forzata di aria calda che avviene grazie a ventilatori azionati da un motore elettrico. Le ventole fanno passare l’aria nel radiatore così che si scaldi e la fanno poi circolare nello spazio del capannone o dell’officina.

Vantaggi e svantaggi dei termoconvettori

I sistemi a convezione sono facili da installare e hanno un costo iniziale relativamente basso. Inoltre, riscaldano in poco tempo spazi non troppo grandi, ma non vanno bene per spazi molto alti perché non consentono una circolazione dell’aria sufficiente. Se il capannone o l’officina non sono ben isolati, l’aria calda si disperde facilmente, rendendo difficile mantenere una temperatura costante nei locali e facendo lievitare i consumi e i relativi costi. Un altro aspetto da considerare è che i termoconvettori possono rendere l’aria all’interno del capannone troppo secca, causando fastidi a lavoratori e lavoratrici.

Riscaldamento per capannoni: la soluzione con tubi microforati

Sono classificati come sistemi di riscaldamento ad aria anche i tubi microforati. Impianti del genere consentono una migliore distribuzione dell’aria calda negli ambienti rispetto ai più comuni termoconvettori. Al loro interno è collocata una centrale termica composta di caldaie oppure di pompe di calore. Grazie alla conformazione della struttura tubolare con tanti microfori, l’aria calda circola in modo omogeneo nei locali che devono essere riscaldati.

Pro e contro dei tubi microforati

I tubi microforati assicurano una distribuzione uniforme del calore e mantengono più facilmente una temperatura costante all’interno di capannoni, officine, magazzini e laboratori. Non sono, però, adatti a strutture molto alte. Infatti, l’aria calda tende ad accumularsi nella parte superiore dell’edificio creando una notevole escursione termica con l’area più vicina al pavimento. Per ovviare all’inconveniente, è possibile installare apparecchi chiamati “destratificatori” costituiti da ventole che sospingono l’aria stratificata in alto verso il basso.

Riscaldamento ad aria calda mediante pompe di calore

Gli impianti di riscaldamento a pompa di calore per capannoni industriali sfruttano i principi della termodinamica alla base degli scambi termici. I sistemi che funzionano attraverso questa tecnologia nei mesi estivi prelevano il calore dall’ambiente esterno raffreddandolo e immettendolo negli spazi interni dell’edificio, che si tratti di un capannone industriale, un’officina o un laboratorio. Nei mesi freddi possono essere utilizzate invertendo il processo, quindi scaldando l’ambiente interno.

Benefici e inconvenienti dei sistemi a pompa di calore

I sistemi a pompa di calore sono molto efficienti dal punto di vista energetico, poiché utilizzano l’energia termica già presente nell’aria invece di produrre nuovo calore. Tuttavia, gli impianti di questo tipo possono essere costosi da installare e richiedono una manutenzione regolare per funzionare correttamente. Comportano, inoltre, un aumento della spesa della bolletta elettrica. Anche in questo caso, per limitare la dispersione termica, che determina un aumento dei consumi e quindi delle spese, sono strumenti utili porte e tende a strisce in PVC.


RIDUCI I CONSUMI CON PORTE A STRISCE IN PVC